Il Nábrók

1 gennaio 2017 at 20:07

Avviso subito che questo è il primo di una serie di articoli di Magia Oscura, detta anche impropriamente “Magia Nera” nella cultura popolare. Voglio subito chiarire che non è mai stata mia abitudine quella di esprimere giudizi morali sulle pratiche, e l’intento di questo intervento, come di quelli che lo succederanno, è solo quello di divulgare alcuni rituali e alcune pratiche a scopo puramente culturale. I contenuti saranno molto forti, quindi se ritenete che questi argomenti possano offendere la vostra sensibilità o turbarvi in qualche modo, vi consiglio di fermare qui la lettura.

Dopo le dovute precisazioni possiamo iniziare a parlare di questo rituale Islandese, risalente al XVII secolo: il Nábrók. L’immagine qui di fianco è dell’unico esemplare tramandato fino a noi, ed è esattamente quello che sembra: un paio di pantaloni realizzati in pelle umana, detti “necropants”. Questa pratica non era una sadica tortura dell’inquisizione, e nemmeno un macabro trofeo da serial killer, ma un più banale, per quanto strano, rituale di prosperità e denaro.
In pratica due amici si mettevano d’accordo, stabilendo che il primo a morire permetteva all’altro di utilizzare la propria pelle per realizzare il Nábrók. A questo punto, nel più totale segreto, il cadavere veniva riesumato e quindi veniva scuoiato dalla vita in giù e conciato in modo da ottenere una sorta di pantaloni comprensivi anche l’organo sessuale.
A questo punto veniva operato un rituale piuttosto complesso, che comprendeva anche elementi molto particolari come una moneta rubata ad una vedova nonché l’aiuto di una terza persona.
La complessità del rituale e la “particolarità” degli ingredienti necessari era giustificata dalla potenza di questo incantesimo, che quando ben eseguito non garantiva solo ricchezza e protezione per l’operante, ma addirittura per tutta la sua famiglia ed ai suoi discendenti, generazione dopo generazione.

Per ovvi motivi non pubblico qui il rituale integrale, che però è presente nella sezione “La Sala della Magia Oscura” del forum, QUI.