Popular Tags:

Il Vampiro di Belén

16 Febbraio 2020 at 21:00

GUADALAJARA, Messico: una città ricca di leggende e storie macabre, ma nessuna tanto affascinante quanto quella che riguarda uno dei cimiteri più antichi e famosi della città, il cimitero di Santa Paula, detto anche il Pantheon di Belén. Il cimitero monumentale, voluto dal Vescovo Diego de Aranda e Carpinteiro e realizzato dall’architetto Manuel Gomez Ibarra, fu costruito nel 1848, ma chiuso solo pochi decenni più tardi, nel 1896. Il luogo è un esempio memorabile di architettura funeraria, talmente importante da essere sotto la tutela dell’Istituto Nazionale di Antropologia e Storia: all’interno delle sue mura, in 900 nicchie e decine di impressionanti mausolei, riposano molti personaggi illustri che si sono distinti nel campo della politica, delle arti e della scienza. Il Cimitero di Santa Paula non è però famoso solo per l’architettura o i personaggi storici che vi giacciono, ma anche per le molte leggende che si raccontano usandolo come teatro, […]

Rauðskinna: l’antico libro di Magia Nera

11 Gennaio 2020 at 07:08

Il vescovo e il suo libro sacroGottskalk Nikulausson nacque in Islanda nel 1469, e tra il 1496 e la sua morte l’8 dicembre 1520, fu vescovo di Holar.La sua famiglia era di tradizione cristiana da sempre: suo zio Olaf Rognvaldsson era vescovo, e come spesso accadeva ai tempi, Gottskalk fu il suo successore. Tuttavia, le azioni di Gottskalk erano molto lontane dai valori di cui predicava nel suo ruolo ufficiale. dalla sua amante “ufficiale”, di nome Gurdun, aveva avuto due figli: Odd Gottskalksson e Gurdun Gottskalksdottir. Nella sua vita era presente anche una seconda donna, Jonsdottir, con la quale aveva una figlia di nome Kristin. I documenti storici si riferiscono al vescovo come un manipolatore, ambizioso e crudele, più interessato al suo status sociale che a svolgere il suo ruolo di vescovo. A tutto questo si aggiunse nel tempo una vera e propria ossessione per l’esplorare l’oscura conoscenza dell’antica stregoneria […]

Perché la banana di Cattelan vale 120.000 dollari

10 Dicembre 2019 at 06:38

Ha fatto scalpore in questi giorni l’opera “Comedian” dell’artista Maurizio Cattelan, esposta durante la fiera Art Basel di Miami. Come sempre, il popolo pecorone di internet si è scatenato con indignazione e infiniti meme di ogni genere di prodotto appeso al muro con il nastro americano. Il messaggio che si vuole trasmettere è semplice: “sono capace anche io”. Invece no, popolo di bestie da tastiera: non siete capaci anche voi. Il valore dell’arte non si misura solo dalla difficoltà della sua esecuzione, ma soprattutto dall’idea che vi sta alla base. Quindi inutile dire “potevo farlo anche io”, perché se potevi farlo l’avresti fatto, mentre farlo adesso è semplicemente copiare un concetto che altri hanno ideato. Per questo motivo non ha alcun senso polemizzare sul fatto che quet’opera valga o meno i 120.000 dollari con cui è stata pagata: il valore è dato dalla percezione che le persone hanno di quell’oggetto, […]

Il Violinista della Metro

25 Settembre 2019 at 12:44

Voglio raccontarvi una favola: qualcosa che è successo, o che potrebbe accadere. O magari sta succedendo proprio in questo istante. Proprio a un passo da noi… “La stazione della metro brulica di gente raggomitolata nei cappotti. Un freddo mattino di gennaio come ce ne sono tanti, pieno di persone che, come tante formiche, inseguono i loro impegni.Un uomo come tanti, jeans e cappellino da baseball, si ferma accanto ad alcuni cestini. Appoggia a terra la custodia che porta con se, estrae un vecchio violino, ed inizia a suonare.Centinaia di persone, strette in cappotti e pensieri, gli passano accanto mentre l’aria della stazione si riempie delle note della sua musica.Dopo circa tre minuti, per la prima volta un uomo rallenta e si volta a guardare il violinista della metro. Sembra sul punto di fermarsi, ma il ricordo di un qualche impegno lo attrae via, come spinto da una calamita. Qualche altro […]

Benedizione dell’Aurora

10 Luglio 2019 at 09:10

Questa benedizione, rielaborata da un’antica formula Celtica per la protezione dei neonati, è particolarmente adatta a chi è appena arrivato su questo nostro mondo. Che tu possa riconoscere nella tua vita la presenza,la forza e la luce della tua Anima. Che tu possa sentire che non sei mai solo.Che la tua Anima, nella sua limpida essenza,ti leghi intimamente al ritmo dell’universo. Che tu possa avere rispetto per la tua individualità e differenza. Che tu possa comprendere che l’essenza della tua Anima è unica,che ha un destino speciale, che dietro le apparenze c’è qualcosadi bello e buono che accade eternamente. Che tu possa imparare a guardarti con la stessa gioia,lo stesso orgoglio e la stessa fiduciacon cui gli Dei ti vedono in ogni momento. In questo articolo del blog troverete le informazioni per utilizzare questa Benedizione come rituale di protezione per il nascituro o il nuovo nato.