Popular Tags:

Il coraggio di Eloïse

21 agosto 2016 at 14:53

A volte, quando siamo pressati dalla vita mondana e dalle convenzioni sociali dall’alienante mondo in cui viviamo, siamo portati a desiderare di fuggire. Spesso però questo desiderio sembra irraggiungibile: com’è possibile, nella vita reale e non nei film mentali, prendere, mollare tutto ed andare? Ma la verità è che con coraggio e la giusta dose di follia, tutto è raggiungibile: io lo so, l’ho vissuto in prima persona, come molti altri prima e dopo di me. Quella che segue è la storia di uno di questi sognatori: Eloïse. Eloïse è stata per 11 anni insegnante presso l’università di Plymouth nel Devon, in Inghilterra. Il lavoro le piaceva, ma i ritmi serrati non le lasciavano tempo per le sue passioni, inoltre sentiva il peso dei meccanismi politici che il mondo accademico impone. Dentro di lei iniziò a maturare il desiderio di una vita più semplice e naturale, a contatto con il genuino mondo rurale. Tra […]

Le Ore Planetarie

12 maggio 2016 at 22:27

Come molti sanno, numerose cose influiscono nella pratica esoterica: lunazioni, giorni fausti ed infausti, posizioni dei pianeti, eccetera. Un’aspetto sempre piuttosto sottovalutato, e a mio avviso invece fondamentale nella pratica, è l’ora planetaria durante la quale agire.  E’ importante sapere che ogni diversa ora del giorno è governata da un diverso pianeta, e questo aspetto dominante dell’ora influisce sul risultato finale. Attenzione però: le ore di cui parlo non sono quelle canoniche scandite dall’orologio moderno, ma le ore temporali definite dai Greci prima, e successivamente dai Romani: il giorno e la notte venivano ambedue suddivisi in 12 intervalli di tempo, che cominciavano rispettivamente all’alba ed al tramonto. In questo modo la prima ora del giorno corrispondeva all’alba, la sesta più o meno a mezzogiorno, la dodicesima terminava al tramonto quando altrettanto avveniva per la notte. Come si evince facilmente, con questo metodo la durata delle ore del giorno differisce dalla […]

Il cuore di Strega

5 aprile 2016 at 20:49

Questo Talismano è una rielaborazione di quanto si trova in molti grimori e tradizioni orali, che ho cercato di rendere coerente dal punto di vista delle corrispondenze per essere adatto ad ogni sentiero di Magia Naturale. L’ho provato in prima persona all’inizio del mio Cammino, e lo consiglio sempre ai neofiti che mi chiedono con quale rituale si può iniziare a praticare. Il Cuore di Strega infatti allontana le negatività, aiuta ad aver fiducia in noi stessi, stimola le energie nascoste, attira l’amore e, al contempo è un ottimo esercizio per iniziare a lavorare su corrispondenze, manufatti ed amuleti. Come dicevo, l’esecuzione del rituale è piuttosto semplice: durante la Luna crescente, accendiamo sull’altare una candela di colore rosso scuro, sieditamoci con lo sguardo rivolto a Oriente, e rilassiamoci per qualche minuto. Tagliamo quindi da un pezzo di cotone o seta, anch’esso rosso scuro, due cuori, poi cuciamoli insieme con del filo […]

Giordano Bruno

17 febbraio 2016 at 09:40

Io sorgo impavido a solcare con l’ali l’immensità dello spazio, senza che il pregiudizio mi faccia arrestare contro le sfere celesti, la cui esistenza fu erroneamente dedotta da un falso principio, affinché fossimo come rinchiusi in un fittizio carcere ed il tutto fosse costretto entro adamantine muraglie. Giordano Bruno     Il 17 febbraio dell’Anno Volgare Imposto 1600 in Campo De’Fiori a Roma, nudo, legato ad un palo, con la lingua inchiodata al palato, moriva arso vivo Giordano Bruno. Non ci sono parole bastanti per descrivere questo orrore, questa barbarie, questa assurda blasfemia. Con il cuore colmo di dolore per una ferita che dopo oltre quattrocento anni non si è ancora chiusa nel cuore degli Uomini Liberi, aggiungo solamente quelle che la leggenda vuole essere state le ultime parole di questo nostro Fratello: “Tremate più voi nel pronunciare questa sentenza, che io nell’ascoltarla…”

Berchta, la Befana

5 gennaio 2016 at 22:31

“La befana è quel misterioso personaggio che nessuno è riuscito a cristianizzare, sopravvissuto come mito pagano malgrado il tentativo di sostituir la sua festa con quella dei Re Magi (rigorosamente maschi, anche se, anche loro, puzzano un po’ di zolfo: sono alchimisti in odore di magia).” Michela Zucca L’Epifania è un esempio di come alcuni culti precristiani abbiano resistito al spesso subdolo e violento tentativo della Chiesa di estirparli. La Befana infatti è sopravvissuta nei secoli a dispetto di tutti i tentativi di essere sostituita con la festa dei Re Magi, e di quelli di far passare questa Dea Pagana per una brutta, anche se simpatica, strega. Costei è la dea Berchta “la Splendente”, Signora delle Bestie e in qualche modo personificazione invernale della dea Diana. Berchta era solita comparire nel periodo del Solstizio d’Inverno in due orme distinte: a volte una dama bianca come la neve, altre volte un’anziana signora. […]