Popular Tags:

La Luna Blu

18 Ottobre 2020 at 17:15

Secondo la Tradizione Stregonesca le lune piene, e con esse i relativi esbat, sono dodici. Durante un anno solare però ogni lunazione dura meno rispetto al mese solare, quindi in alcuni anni particolari si avranno 13 pleniluni in luogo di dodici. Quando questo avviene, la tredicesima lunazione prende il nome di Luna Blu, ed a questo plenilunio si associano poteri molto amplificati rispetto ai normali esbat: si dice la Luna Blu sia particolarmente adatta soprattutto a quei rituali legati all’introspezione, alla celebrazione dei propri traguardi, alla conoscenza di se, ai bilanci sulla propria vita esoterica. Ma qual’é esattamente la Luna Blu? In tempi moderni, dove tutto è sempre veloce e “semplice”, si dice che questa luna particolare è la seconda di due lune piene che cadono nello stesso mese. Gli antichi però ci insegnano che questo non è del tutto vero: la Luna Blu infatti è la terza luna piena […]

Il Rituale del Filo Rosso

15 Settembre 2020 at 21:50

DIVENTATO FAMOSO per merito, o meglio a causa di alcune celebrità, il braccialetto del Filo Rosso è in realtà un antico rituale diffuso in molte culture, anche lontane tra loro, tutte che davano un certo valore del colore rosso e delle fibre naturali per proteggere dalle negatività ed attirare la buona sorte. Anche se trovare un’origine definitiva per amuleti così diffusi ed antichi, viste le molte implicazioni numerologiche del rituale si ritiene come più plausibile la sua origine nella Kabbalah Tradizionale: per questa tradizione il lato sinistro del corpo, in particolare la mano sinistra, è il punto in cui entrano nel corpo le energie negative. Legando un filo rosso di lana al polso sinistro, opportunamente annodato da 7 nodi. Il rosso è colore della prosperità e dell’energia, ma anche della protezione. Anche il numero 7 riveste una certa importanza: numero della completezza, e per questo ricorrente in molte scritture e […]

I Tre Setacci

6 Agosto 2020 at 04:52

IL PENSIERO SOCRATICO è un caposaldo della filosofia antica, ma anche l’origine della filosofia moderna. L’influenza di Socrate è ancora viva e potente al nostro tempo, nonostante siano passati più di ventiquattro secoli da quando il sommo saggio ci ha lasciati.I suoi insegnamenti meritano certamente studi infiniti, ma come tutti i concetti veramente saggi può essere riassunto e ben rappresentato dal racconto che segue: uno dei suoi più celebri dialoghi. Un giorno, mentre Socrate passeggiava lungo le vie di Atene, un uomo gli si avvicinò con fare agitato. “Socrate, prestami ascolto: devo raccontarti qualcosa che riguarda un tuo amico…” “Prima che continui,” lo interruppe il saggio, “hai passato quel mi vuoi dire attraverso i tre setacci?” “Quali setacci?” Rispose, perplesso, l’uomo. “Vedi, ogni parola prima d’esser pronunciata dovrebbe essere fatta passare attraverso tre setacci. Il primo si chiama Verità, quindi ti chiedo: quel che mi vuoi dire è certamente vero?” […]

L’oracolo di Delfi

7 Giugno 2020 at 06:08

SICURAMENTE IL PIU FAMOSO Oracolo dell’Antichità, l’Oracolo di Delfi era dimora della Pythía, la più grande figura di Profetessa le della cultura greca del periodo classico. L’oracolo era situato presso la città di Delfi, dal quale prende il nome, all’interno di un tempio dedicato ad Apollo. L’Oracolo di Delfi era talmente famoso e rinomato che, quando venne distrutto da un incendio nella seconda metà del VI secolo a.e.c., non solo la Grecia ma persino l’Egitto finanziarono la sua ricostruzione. Quella di seguito riportata è l’illuminante iscrizione situata presso l’entrata dell’Oracolo. Ti avverto, chiunque tu sia. Oh, tu che desideri sondare gli Arcani della Natura, se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi non potrai trovarlo nemmeno fuori. Se ignori le meraviglie della tua casa, come pretendi di trovare altre meraviglie? In te si trova occulto il Tesoro degli Dei. Oh, Uomo conosci te stesso e conoscerai l’Universo […]

L’Aceto dei Quattro Ladri

6 Maggio 2020 at 08:16

GLI ACETI a base di erbe ad uso terapeutico erano conosciuti fin dai tempi di Ippocrate, ma è con la peste del 1680 che questo tipo di rimedi si diffonde anche tra la gente comune. Il motivo di questa diffusione, come spesso accade, dipende da una leggenda che lo riguarda: quella dei Quattro Ladri. La storia narra che proprio in quegli anni, durante l’epidemia di peste di Tolosa, una banda di quattro ladri fu arrestata mentre depredava i malati. Durante il processo essi rivelarono il metodo che consentiva loro di non ammalarsi, il quale era per l’appunto questo aceto. Un’altra versione della storia, meno diffusa, parla di sette ladroni condannati a seppellire i morti di peste, che utilizzarono un unguento simile per non ammalarsi durante la pena. A seconda dell’origine della storia si utilizza una base di 4 o di 7 erbe, ma ve ne sono infinite varianti con aggiunta […]